In realtà sono regole che dovremmo seguire a prescindere perché ci aiuteranno a velocizzare il nostro apprendimento ed a goderci maggiormente il nostro viaggio.

Corso Completo d’inglese a 6 euro

Grazie al vostro sostegno (abbiamo superato i 1.500 studenti) e ai vostri feedback positivi, possiamo rendere accessibile lo studio dell’inglese a tutti! A you ready? ❤️️

www.corso.yuppiday.com

Muoviamo un po’ il corpo prima di cominciare a studiare

Si sa per certo che si apprende molto più facilmente quando siamo in movimento e questo è dovuto al fatto che corpo e mente sono collegate. Quando muoviamo il nostro corpo ci carichiamo di energia che può essere utilizzata anche per studiare di più e meglio.

Quindi? Prima di cominciare a studiare ascoltiamo la nostra canzone rock preferita tipo “Born in the USA” di Bruce Springsteen (e magari balliamo per soli 5 minuti… non siate timidi, lo facciamo tutti), possiamo anche fare 100 salti sul posto o 50 flessioni. Va bene anche solo un po’ di stretching.

Studiamo 45-50 minuti e poi facciamo una pausa di 10-15 minuti.

Stressare il cervello è indispensabile ai fini dell’apprendimento (ovviamente parlo di uno stress positivo). Un’altra cosa altrettanto importante è il riposo. Il mancato riposo impedisce al nostro cervello di diventare più efficiente (così come il mancato riposo impedisce la crescita muscolare).

Osservate quanta fatica facciamo a comunicare con le persone (anche con la nostra prima lingua) dopo una notte insonne. Non riposare non solo ci impedisce di diventare più intelligenti, ci rende anche molto scontrosi, nervosi ed asociali.

Se necessario cerchiamo di alternare lettura ed ascolto

L’ascolto è una skill che non può essere messa da parte se vogliamo capire il messaggio orale che le persone ci vogliono dare e per la riproduzione più o meno corretta dei suoni della nostra lingua target (buona pronuncia, buon ritmo, utilizzo del linguaggio più informale). Questo non significa forzare il nostro cervello fino alla noia.

Se abbiamo ascoltato un bel video per 30 minuti e vogliamo riposarci leggendo una bella favola o fiaba di Esopo, non dobbiamo sentirci in colpa perché la lettura attiva comunque parti diverse del cervello ed è comunque uno strumento straordinario sia dal punto di vista linguistico sia dal punto di vista della crescita personale.

Se necessario cerchiamo di alternare scrittura e parlato

Tutti quanti noi abbiamo una voglia matta di parlare, lo so! Stiamo migliorando una lingua non solo per accedere a nozioni scritte che magari non troviamo in italiano ma anche perché abbiamo accesso a persone nuove (nuovi amici, fidanzato/a, lavoro migliore).

Se vogliamo scrivere in inglese, possiamo farlo su qualsiasi social (se andiamo su una pagina facebook troviamo sicuramente persone che vogliono migliorare il proprio scritto).

E per quanto riguarda il nostro parlato? Come facciamo a parlare se non abbiamo ancora nessuno con cui parlare?

Molto semplice. Dobbiamo parlare e registrare la nostra voce.

Non andate in panico, nessuno ascolterà ciò che state facendo. Questo tipo di esercitazione ci permetterà di ascoltare i problemi di pronuncia che abbiamo ed eventualmente, con un po’ di pratica, correggere gli errori che facciamo. Non avete un registratore? Come on folks, don’t lie… tutti quanti noi abbiamo un telefonino.

Che tipo di materiale scegliere in inglese?

Lo stesso materiale che abbiamo già scelto in italiano e che siamo già diventati dei pro.

In che senso? Io amo Cristiano Ronaldo e quindi ascolto tutto ciò che dice lui (sia quando parla in italiano sia quando parla in spagnolo) e tutto ciò che scrivono su di lui (potete mettere su google “Cristiano Ronaldo” ed osservate cosa dice in italiano e poi in inglese).

Questo è solo un piccolo esempio. Potreste scegliere il vostro cantante preferito, attore preferito (avete mai sentito la vera voce di “Jack Nicholson“?), insegnante preferito (io amo “Aj Hoge“)… non ci sono limiti.