Volete migliorare il vostro inglese e soprattutto la qualità delle vostra giornate in questo brutto periodo? Leggete i consigli che ho da proporvi

Corso Completo d’inglese a 6 euro

Grazie al vostro sostegno (abbiamo superato i 1.500 studenti) e ai vostri feedback positivi, possiamo rendere accessibile lo studio dell’inglese a tutti! A you ready? ❤️️

www.corso.yuppiday.com

Volevo cominciare con questo primo suggerimento perché in un periodo così stressante è davvero difficile rilassarsi e non pensare troppo e male. Purtroppo, lo stress blocca l’apprendimento.

Senza scomodare la scienza, possiamo osservare la nostra capacità di ragionare (ed apprendere) se siamo eccessivamente stressati.

Nuove abitudini

Cominciamo a formare delle nuove abitudini (preferibilmente buone abitudini) che magari non verranno cambiate nemmeno dopo la fase coronavirus!

Molto spesso, sappiamo cosa fare per migliorare ma non lo facciamo perché non siamo costretti a farlo.

Questo periodo può essere una benedizione perché ci costringe a stare più tempo a casa ed avere più tempo per noi. Possiamo cominciare a capire che cos’è realmente questo coronavirus e trovare queste informazioni in lingua inglese (leggere o ascoltare un video di biologia) se la cosa vi interessa (personalmente amo la biologia… ergo no stress for me).

Se le news sono troppo fastidiose perché le abbiamo ascoltate un sacco di volte, possiamo cambiare argomento infatti, come diceva Aristotele (e come ho già detto sopra) : “A volte anche pensare troppo può far male”.

Utilizziamo videogames in inglese

All’inizio capiremo poco… ma la semplice esposizione alla lingua è un buon trampolino di lancio per arrivare ad un buon livello… giocare è una cosa seria!

Date notizia agli stranieri

Tantissime persone straniere voglio sapere cosa succede in Italia in questi giorni. Usare le chat è uno strumento molto potente per migliorare la nostra lingua di studio.

Possiamo fare nuove amicizie e “guess what”, i nostri nuovo amici virtuali non vogliono giudicare la nostra grammatica scritta (o orale), vogliono solo sapere cosa sta succedendo nel bel Paese (e magari sapere come si vive in un luogo stile “the walking dead”).

Approfitta dei Corsi online

Avrete tante per studiare argomenti di vostro interesse, quale occasione migliore per scaricare dei Corsi online e diventare più bravi?

Parliamo con loro e cerchiamo di utilizzare questa occasione di quarantena a nostro vantaggio (mandate una mail al Prof, contattatelo su facebook o skype, cercate di formare delle classi online ad un prezzo ridotto)

Leggiamo

Ho voluto dedicare un intero paragrafo alla lettura perché ha tantissimi benefici: Calma la mente, ci permettere di stimolare l’immaginazione mentre leggiamo ciò che amiamo, migliora sensibilmente la nostra capacità di utilizzare parole non comuni.

Ricominciamo a leggere libri che amiamo, questa è l’occasione giusta.

Quando è stato l’ultima volta che hai letto un libro? Anche 1 o 2 pagine al dì vanno benissimo.

Ricominciamo a scrivere ed a disegnare

Utilizziamo troppo poco le mani per esprimere la nostra arte. Non dobbiamo essere Shakespear se vogliamo scrivere un piccolo pensierino… se scriviamo e poi disegnamo i nostri pensierini (e magari poi li coloriamo), sarà molto più facile da ricordare perché stiamo utilizzando più parti del cervello “and of course”, we are having fun.

Ascoltiamo la musica e cantiamo

Io amo leggere i testi delle mie canzoni inglesi preferite (Beatle, Queen, John Denver… I know, I’m a bit older than you) e poi cercare di riprodurre ciò che hanno fatto loro (so suonare un pochino la chitarra).

Ovviamente non dobbiamo essere perfetti ma questa voglia di cantare ci permetterà di sentirci anche più rilassati quando vogliamo parlare con qualcuno (tantissimi di noi ha una paura folle di parlare, lo so perché io ero il più timido di tutti).

Scegliamo una stanza e chiamiamola “coronavirus opportunities”

Il nostro cervello ama le novità ma ama anche la routine.

Molto spesso ci costa troppa fatica sapere cosa fare il giorno dopo perché non l’abbiamo pianificato.

Prendiamo un pezzo di carta e cominciamo a scrivere (magari in inglese) quanto tempo dedicheremo all’inglese, in quale stanza della casa studieremo, quale materiale utilizzeremo (o dovremo ricercare), ecc.

Quando queste abitudini saranno automatizzate, non dovremo più pensare all’inglese ma… cominceremo a studiare senza neanche pensarci.

Cerchiamo di vedere il bicchiere “mezzo pieno”

Questa situazione negativa, ci ha dato la possibilità di riposare di più e di studiare di più.

Ora sta a noi capire se questo periodo sarà passato invano oppure è stato il punto di partenza per una nuova presa di coscienza.

Io ho fatto la mia scelta… e tu?